Sicurezza e Lavoro e Lovers insieme anche nel 2019

Continua anche nel 2019 la partnership tra Sicurezza e Lavoro e il Lovers Film Festival Torino LGBTQI Vision, avviata nel 2017.

Per il terzo anno consecutivo, saremo infatti partner del festival cinematografico a tematiche lgbtqi più antico d’Europa e più prestigioso d’Italia, con l’obiettivo di promuovere i diritti e contrastare le discriminazioni in tutti gli ambienti di vita e di lavoro.

Oltre a offrire il Premio per il miglior cortometraggio internazionale (nel 2018 andato al film Malik, nel 2017 a Millimeterle), sono in arrivo grandi novità

La kermesse – diretta dalla regista Irene Dionisio, con la consulenza artistica di Giovanni Minerba, fondatore della rassegna insieme a Ottavio Mai – è giunta quest’anno alla 34esima edizione.

Si svolgerà dal 24 al 28 aprile 2019 al Cinema Massimo, in via Giuseppe Verdi 18 a Torino.

Come sempre sono in programma anche spettacoli, feste, anteprime ed eventi, come il Lovers Tour in giro per tutta Italia.

Sono quattro le sezioni competitive in concorso:

  1. All the Lovers. Concorso lungometraggi internazionale, al quale possono concorrere film di finzione di ogni genere, che si aggiudicheranno il premio “Ottavio Mai”. Un omaggio al ricordo di chi, con la propria passione e con il proprio attivismo, ha dato vita al festival.
  2. Real Lovers. Concorso documentari internazionale, al quale possono concorrere documentari di ogni genere.
  3. Irregular Lovers. Concorso iconoclasta internazionale, al quale possono concorrere film di ogni genere e formato con particolare attenzione all’innovazione del linguaggio narrativo e visivo.
  4. Future Lovers. Concorso cortometraggi internazionale, al quale possono partecipare film italiani e internazionali di ogni genere e formato, che riceveranno il Premio offerto da Sicurezza e Lavoro.

Madrina della rassegna sarà Alba Rohrwacher; presidente della giuria dei lungometraggi Yann Gonzalez.

Alba Rohrwacher, nota al grande pubblico per aver recitato in alcuni tra i più importanti film degli ultimi anni nel panorama cinematografico italiano, ha vinto, tra i vari premi, la Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile alla Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, 2 David di Donatello, 1 Nastro d’argento e 2 Globi d’oro.

Yann Gonzalez è un affermato regista francese, recentemente tornato a Cannes con il suo ultimo lavoro “Un couteau dans le coeur”, dopo il precedente successo alla Semaine del 2013 di “Les rencontres d’après minuit”, entrato nella top 10 dei Cahiers di quell’anno.

Loredana Polito

Segui Sicurezza e Lavoro su Facebook, Twitter e Instagram.